Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

O Grillo o Alba dorata

La Storia insegna sempre, basta studiarla.



L'Italia e la Germania negli anni '30 del secolo scorso erano paesi in crisi profonda, il patire la fame era una realtà concreta per moltissime persone.
Due paesi in crisi che, come appunto la Storia insegna, si sono aggrappati a due uomini "forti", due criminali, per potersi risollevare. I risultati sono stati: morte, povertà e ancora più fame.
Un popolo affamato (oggi questa è l'Italia) si aggrappa all'uomo forte, al dittatore pronto a parlare alla pancia che ha fame, ma che come sempre ha i propri interessi personali o la sua follia come stella polare.
In Italia per ora questo non è successo perché Beppe Grillo ha intercettato parte dell'elettorato stanco di questa situazione che vede partiti di ladri (aspettiamo l'evolversi dell'inchiesta sui biglietti falsi dell'Atac, stampati dai partiti per fare altri soldi per avere ulteriore conferma che i partiti sono associazioni di delinquenti) continuare ad arricchirsi a scapito del Popolo.
Per fortuna Casaleggio e Grillo hanno convogliato protesta e proposta in un contenitore.
I parlamentari del M5S sono gli unici liberi, basta avere l'onestà di ascoltare i loro interventi e non i resoconti grotteschi della stampa di regime (viviamo in un regime, dove una piccola oligarchia economica usa i fantocci dei partiti e dell'informazione per arricchirsi ai danni del Popolo). Alcuni parlamentari del movimento sono a volte talmente ingenui da sembrare ridicoli, ma questo rafforza la novità rivoluzionaria che sta alla base del M5S: tutti possono fare politica.
Chi disprezza ogni forma di dittatura dovrebbe ringraziare Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, senza di loro oggi in Italia ci sarebbe Alba Dorata,  perché siamo talmente nella merda che molti italiani si sarebbero aggrappati a quel tipo di "speranza" e questo rischio esiste ancora.

Pubblicato il 8/11/2013 alle 6.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web