Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

SANT'ANDREA DEL GARIGLIANO: IL MIO PAESE, I MIEI COMPAGNI

Compagne e compagni,

vi chiamo in questo modo perché come ha detto Ernesto Che Guevara “siamo compagni, il che è più importante” dell’essere parenti o amici. Siamo compagni perché condividiamo idee e ideali.
In questo periodo stiamo costruendo il cambiamento per Sant’Andrea.

Ho pensato a quale fosse il metodo migliore per esprimere il mio sentimento nei vostri confronti e ho deciso di affidare a questo foglio il compito di esprimere quello che sento.
Vi ringrazio per il vostro sostegno in questi anni, voi siete la solida roccia sulla quale ho costruito il mio agire politico. Mi siete sempre stati vicino durante la mia vita politica, soprattutto nei momenti di difficoltà. So che il vostro sostegno è figlio di quel progetto comune che anima la nostra azione politica.
Voi, come me, dovete credere fermamente nell’Idea, ossia che contro ogni probabilità la gente che ama questo paese potrà cambiarlo, che il vento del cambiamento può spazzare via in un sol colpo tutti i politicanti che da sempre affossano la possibilità di crescita di Sant’Andrea.
I mesi che si prospettano saranno densi di impegni e di lavoro, mesi difficili. So di chiedervi un grande sacrificio, ma so che posso contare su ognuno di voi. Ci sono giorni in cui ci sentiremo delusi. Ma ci saranno giorni di sana euforia e di sincero entusiasmo. Vi assicuro che saranno in maggioranza, se tutti insieme continueremo a percorrere uniti la strada del cambiamento e della responsabilità.
Il nostro impegno consisterà nel far capire ai nostri concittadini che quei cambiamenti in cui crediamo sono possibili e rappresentano la speranza per il nostro paese. Il nostro impegno consisterà nel rendere consapevoli i santandreani del fatto che per anni i privilegi di cui hanno goduto alcuni erano soltanto diritti di tutti che un sistema, basato sul favoritismo, ha loro negato. Il nostro impegno consisterà nel far ereditare ai nostri figli un paese un po’ più pulito e un po’ più sano.
Il nostro impegno consisterà nel dare una ragione per alzarsi in piedi e essere protagonisti ai santandreani che mai avevano partecipato alla vita politica.
Quando renderemo tutto questo realtà potremo guardare indietro con orgoglio e dire che questo era il momento quando tutto ebbe inizio. Questo era il momento quando il vento del cambiamento sconfisse i politicanti per professione. Questo era il momento quando un gruppo di persone normali ha dato vita ad un progetto straordinario per il nostro paese.
In questi mesi verremo sbeffeggiati dai soliti notabili della politica santandreana, per aver parlato di speranza, per aver proposto il cambiamento; in questi mesi cercheranno di dividerci, ma sappiate che i loro tentativi sono figli della paura. Una paura che nasce dal timore che il nostro agire per il bene comune possa convincere i cittadini che la nostra proposta di cambiamento è migliore della loro vecchia politica, fatta di interessi personali e particolari e non della ricerca del bene comune.
Vi chiedo di non indietreggiare, vi esorto ad avere fiducia, una fiducia che non è cieco ottimismo. Non vi chiedo di ignorare l’enormità degli ostacoli che troveremo lungo la strada. Vi chiedo di ravvivare costantemente la volontà che è dentro ognuno di noi, quel sentimento che, nonostante oggi tutto sembri negarlo, ci consentirà domani di concretizzare il cambiamento che vogliamo, se avremo la volontà di lottare uniti.

Pubblicato il 12/1/2008 alle 12.16 nella rubrica Notizie dal Comune di Sant'Andrea del Garigliano (FR).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web