Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

CICCIO BONDI E LO SCIOPERO DELLA FAME



Il padrone Berlusconi urla "banditi" a chi giustamente vuole mettere delle regole ad un sistema televisivo che, dalla legge Mammì in poi, è stato funzionale agli interessi del prescritto fai da te; il fedele Bondi si dichiara pronto al martirio per il suo padrone e si dice intenzionato allo sciopero della fame "dopo aver valutato freddamente e consapevolmente tutte le conseguenze che ne possono derivare" come “testimonianza morale e politica personale” contro ”gli strappi della legalità e delle regole fondamentali della democrazia”. 
Aiutiamo Bondi, convochiamo Nonna Papera e le sue torte, non permettiamogli di sacrificarsi inutilmente, ricordiamoci sempre che alla fine è stato un compagno anche se rinnega il suo passato.

Pubblicato il 14/10/2006 alle 8.43 nella rubrica Separati alla nascita.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web