Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

I Democratici di sinistra sono i nuovi fascisti...

...almeno lo sono quelli del mio paese.
Ho sempre ritenuto, ritengo e riterrò sempre che far Politica, significa tenere la barra dritta verso gli interessi di tutti i cittadini.  Sono consigliere comunale nel mio paese e insieme alle mie compagne ed ai miei compagni abbiamo sempre sostenuto la necessità di restare coerenti al nostro comune intendere la Politica. Far parte di una maggioranza non vuol dire avallare scelte sbagliate e fatte contro gli interessi dei cittadini. Questa breve premessa serve per capire il problema politico che sta investendo la nostra maggioranza consiliare.
Gli abitanti di Sant’Andrea del Garigliano (FR) si lamentano, giustamente, della mancanza d’acqua. Da quando la gestione è passata all’Acea Ato 5 (tre anni circa) la situazione è peggiorata ulteriormente. Sono sempre più i giorni di siccità che l’Acea "regala" ai santandreani; molti cittadini sono esasperati da questa situazione. L’acqua, un diritto essenziale e primario, è diventata merce, una merce rarissima.
Venerdì 1 settembre si è tenuta l’assemblea dei Sindaci dell’Ato 5 e, davanti all’oscena proposta di ratificare un documento che avrebbe avuto come conseguenza l’aumento (retroattivo addirittura) delle tariffe per i cittadini, molti Sindaci hanno protestato e hanno disertato l’aula per evitare che si raggiungesse il numero legale per deliberare.  47 hanno deciso di partecipare alla riunione e hanno deliberato di appoggiare la proposta dell’Acea che farà pagare i maggiori costi di gestione, per meglio dire la mala gestione, ai cittadini.
Per il nostro comune ha partecipato il vicesindaco (Ds), che senza aver discusso in consiglio la posizione da tenere nell’assemblea (invero non lo ha fatto nemmeno con noi consiglieri di maggioranza) ha autonomamente ritenuto giusto mettersi dalla parte dell’Acea Ato 5 e contro gli interessi dei cittadini.
In consiglio comunale ho chiesto spiegazioni ma, con fare arrogante, ha cercato di evitare il problema e incalzato non ha saputo dare risposte né dal punto di vista tecnico, né dal punto di vista politico. Noi Verdi abbiamo deciso di fare manifesti che evidenziassero che la scelta di appoggiare l’aumento delle tariffe da parte dell’Acea Ato 5 era stata fatta dal solo vicesindaco.
Per risposta non sono stati capaci di far altro (i Ds) che strappare i nostri manifesti e fare telefonate con tono minaccioso ad un componente del direttivo dei Verdi. Ho sempre ritenuto i Ds di Sant’Andrea Democristiani scadenti, ma ora mi devo ricredere, loro sono solo dei fascistelli. La loro arroganza e le loro prepotenze non ci spaventano, anzi rafforzano ancora di più la nostra convinzione di stare nel giusto. Continueremo a far politica nell’interesse dei nostri concittadini e mai ci comporteremo come il loro vicesindaco, novello Giuda, pronto a tradire i santandreani.

Pubblicato il 19/9/2006 alle 18.8 nella rubrica Notizie dal Comune di Sant'Andrea del Garigliano (FR).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web