.
Annunci online

luigirossi
il blog di chemako
11 dicembre 2014
Il DNA del malaffare


C'è una linea color diarrea che lega lo scandalo Mose, Expo, infiltrazioni della ‘ndrangeta al nord e Roma, una sorta di DNA del malaffare e della pessima politica. Questa doppia elica è formata da PD, Forza Italia (con annessi partiti minori), criminalità organizzata e stampa servile.

Questo sistema sta sistematicamente distruggendo il nostro paese e sta cancellando anche la speranza per le nuove generazioni.

I rom e gli extracomunitari (ci sono anche delinquenti abituali tra rom e migranti, basterebbe un controllo immediato, ma la politica corrotta non dà strumenti idonei alle forze di polizia per controllare chi davvero è un delinquente, d'altronde un delinquente sta scrivendo la nostra costituzione) che delinquono sono la conseguenza non la causa, la causa è la politica malata che si accorda con la criminalità (spesso sono un corpo unico) sfruttando persone che vivono in condizioni disumane, per poi alimentare una guerra tra poveri.

Ieri dopo un silenzio ingiustificabile il peggior presidente della fu repubblica italiana ha parlato. Non ha attaccato i partiti per il loro squallido lucrare su tutto, sofferenza e povertà compresa, ha detto che il problema è l'antipolitica, quindi nella sua visione pro partiti, il M5S soprattutto. Stessa opinione di Buzzi (nelle intercettazioni lo dice a Carminati “Il problema è che non ci stiamo più noi … una cosa incredibile… Grillo è riuscito a distruggere il Pd“.) che vede Grillo e il M5S come unico ostacolo al proliferare degli affari tra politici e delinquenti (la "e" in questo caso è superflua).

Napolitano sembra lo zio/avvocato (l’attore Paolo Bonacelli) che nel film Johnny Stecchino nel dialogo con Dante (Roberto Benigni) afferma <<Nel mondo siamo conosciuti anche per qualcosa di negativo... quelle che voi chiamate piaghe... una terribile, e lei sa a cosa mi riferisco: l'Etna, il vulcano, ma è una bellezza naturale... ma ce n'è un'altra grave che nessuno riesce a risolvere, lei mi ha già capito... la Siccità.. la terra brucia e sicca, una brutta cosa... ma è la natura... e non ci possiamo fare niente... ma dove possiamo fare e non facciamo, perché in buona sostanza, purtroppo non è la natura ma l'uomo... dov'è? È nella terza di queste piaghe che veramente diffama la Sicilia e in patticolare Palemmo agli occhi del mondo... ehh... lei ha già capito, è inutile che io glielo dica... mi veggogno a dillo... è il traffico! Troppe macchine! È un traffico tentacolare, vorticoso, che ci impedisce di vivere e ci fa nemici famigghia contro famigghia, troppe macchine!>>.

Purtroppo non stanno scrivendo la sceneggiatura di una commedia cinematografica, ma stanno scrivendo il presente e il futuro di quello che un tempo era conosciuto come "il Bel Paese" e oggi è conosciuto come MafiaCapitale.

politica interna
18 ottobre 2009
L'ultima speranza: Ignazio Marino, Luigi De Magistris, Claudio Fava e Monica Frassoni
In questa Italia ormai alla frutta, derisa dagli organi di stampa dei paesi occidentali, sembra non aver fine questa deriva politica, sociale e culturale. In questa situazione decadente è facile per il ducetto di Arcore affermare il culto della propria persona. Come un novello Caligola riempie il Parlamento, da lui ogni giorno deleggitimato, con tanti somari servili. Acquista giovani avversari alla Capezzone per aumentare il livello di scontro con un'opposizione che non c'è, arruola giovani donne per soddisfare il voyeurismo tipico di noi italiani. Le sue televisoni riempiono la testa dei telespettatori di fesserie alla Maria De Filippi, di finte trasmissioni di sinistra gestite dal sinistro piduista Maurizio Costanzo, i suoi giornali diventano armi puntate contro ogni minima opposizione, giornali guidati dai vari Signorini e Feltri, due comandanti dei plotoni di esecuzione, pronti a "fucilare" ogni persona che si oppone al pensiero unico di Arcore. Tutta la propria azione mira a creare una cortina fumogena per meglio poter agire per i propri interessi economici e per sfuggire alla giustizia. L'opposizione invece di evidenziare questa azione tipicamente sovversiva perde tempo come fa Franceschini o peggio si presta ad ennesimi inciuci alla D'Alema.
Oggi in Italia c'è una sola speranza per raddrizzare questa situazione da dittatura borderline: Ignazio Marino segretario del Pd, Luigi De Magistris segretario dell'Idv e Claudio Fava leader della Sinistra (da ex Verde dico anche che Monica Frassoni è l'unica capace di guidare una forza ecologista credibile).
politica interna
23 dicembre 2008
Il figlio di Di Pietro, il cavallo di troia che vuole utilizzare veltrusconi

Corriere della Sera "Romeo e la rete del fido Mautone. Politici, funzionari e Di Pietro jr"
Il Giornale "
Di Pietro si mosse per il figlio nei guai" "Appalti, le intercettazioni di Napoli. Spuntano le richieste di Di Pietro jr"
La Stampa "
Le relazioni pericolose del figlio di Di Pietro"
TGCOM "
Appalti Napoli, coinvolto Di Pietro"
La Repubblica "
APPALTI, SPUNTA ANCHE DI PIETRO JR"

Questi sono i titoli utilizzati sul web da questi presunti organi di informazione. Il più servile è quello del TGCOM dell'indecente ex lottatore continuo Paolo Liguori.
Ovviamente aspetto la reazione di Antonio Di Pietro, che dalle intercettazioni pubblicate, presumo possa essere una pubblica serie di frustate sulla schiena del figlio, reo di non aver capito che la strada del padre non è la sua e colpevole di aver provato a fare la politica politicante che il padre dice di voler combattere. Antonio Di Pietro deve sapere che in questo periodo ogni pretesto sarà utilizzato dai servitori di veltrusconi per cercare di delegittimarlo. Al Pdl e al Pdmenoelle fa paura la crescita di voti dell'Italia dei valori.
Se Antonio Di Pietro vuole veramente rappresentare l'Italia che non si arrende allo strapotere di veltrusconi deve far piazza pulita di figli e parenti vari, ma soprattutto deve liberarsi degli ex mastelliani, ex diossini, ex margheritini e ex uddicini (nella provincia di Frosinone, l'Idv ha imbarcato l'ex presidente provinciale dell'Udc) che rappresentano soltanto una zavorra che rischia di far precipitare la mongolfiera dell'Idv.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Pdl veltrusconi Antonio di Pietro Idv

permalink | inviato da chemako il 23/12/2008 alle 9:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
politica interna
16 dicembre 2008
che cos'è la destra cos'è la sinistra...e l'isola dei famosi

Il Pd mostra il suo vero volto e fa capire finalmente che l'unica differenza con il Pdl è la "l".
I recenti casi di Del Turco, della situazione fiorentina e napoletana, del sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso e del deputato lucano Salvatore Margiotta, spiegano finalmente perché in Italia continua a governare Berlusconi e perché il centro-sinistra non ha mai fatto leggi in grado di curare l'anomalia italiana rappresentata da un uomo che detiene troppo potere.
La spiegazione alla domanda perché ancora gli italiani votano Berlusconi è semplice: gli elettori sono intelligenti e messi difronte alla scelta tra il prescritto fai da te e i suoi dipendenti e l'obama dei poveri e i suoi compagni di merenda, continuano a scegliere l'originale. Tutti sanno che Berlusconi apertamente utilizza il governo per i curare i suoi interessi, mentre quelli "antropologicamente" superiori ci riescono meno soltanto perché incapaci. L'obama dei poveri cerca di apparire diverso ma ha gli stessi problemi nella ciurma che lo accompagna. Una ciurma pronta ad ammutinare in ogni momento.
La risposta alla seconda domanda è altrettanto semplice: il Pd non fa nulla contro le vergognose leggi ad personam perché quelle leggi rappresentano un paracadute anche per molti dirigenti dell'autodefinito Partito democratico.
La mia paura più grande è che oggi, vista la grave situazione giudiziaria che a catena sta abbattendo molti fortini del Pd, possa nascere un fronte comune della Casta contro la magistratura, con l'unico risultato di creare nuovi parafulmini ai politicanti italiani.
L'unica azione che ricordiamo nel Pd in questi mesi di crisi è la difesa del povero padrone di Sky...
Ovviamente evito di parlare della sinistra, una parola vuota ormai in Italia se paragonata ai pseudo dirigenti di partito. Una sinistra che gioisce per la vittoria di Vladimir Luxuria...l'unica parlamentare capace di trovare un lavoro dopo il "licenziamento" frutto delle ultime elezioni politiche.

politica interna
10 aprile 2008
IL "MAANCHISMO" DI VELTRONI E LA DEGENERAZIONE DELLA POLITICA
Il "maanchismo" di Veltroni fa proseliti nella mia zona. A Cassino (FR) e nei paesi del cassinate il messaggio di Veltroni è stato recepito e verrà messo in pratica. I seguaci di Veltroni dopo essere stati i topolini con i quali il gatto Scittarelli ha giocato (sindaco UDC che ha fatto credere di cedere alla proposta del Pd di ribaltare la maggioranza, lasciando poi questi infausti politicanti con un pugno di mosche. Scittarelli, infatti, con un colpo di teatro, ha abbandonato l'UDC e ha aderito al Pdl), ci riprovano e in ossequio al verbo di Veltroni sia accordano con i resti dell'UDC per votare alla camera il partito di Casini (per eleggere Anna Teresa Formisano) e al senato il Pd (per cercare di eleggere l'assessore regionale De Angelis).
Questi accordi servono ad esplicitare quanto sia degenerata la politica; ormai idee, ideali, passione e sentimenti sono stati sacrificati sull'altare del dio poltrona.
Schifo e disprezzo per chiunque chiederà di dare seguito a questo nefasto accordo.
politica interna
1 aprile 2008
DUE INFILTRATI DELLA SINISTRA ARCOBALENO CANDIDATI PER IL PD

La giovane speranza del Pd Marianna Madia, nominata parlamentare perchè amica di famiglia di Veltroni (figlia di Stefano, attore e consigliere comunale di Veltroni, morto nel 2004, fidanzata del figlio del presidente Napolitano, nipote dell'avvocato della famiglia Mastella Titta Madia) è la più grande alleata de la Sinistra Arcobaleno a Roma; difatti sono interviste come questa, rilasciata a Il Foglio a convincere le persone indecise a votare a Sinistra.
Altro grande alleato de la Sinistra Arcobaleno è l'ex vicepremier del governo Berlusconi. Follini dichiarando queste cose mostra finalmente il re Veltroni nudo.
Grazie Marianna e grazie Marco, con il vostro costante impegno il Pd ogni giorno perde sempre più voti.

POLITICA
17 ottobre 2007
MENO MALE CHE IL PD DOVEVA RAFFORZARE IL GOVERNO
Domenico Fisichella, monarchico e uomo di destra siede in senato grazie a quei geni della Margherita che lo hanno nominato. Dopo la nascita del Pd ha deciso di uscire dal gruppo dell'Ulivo e di entrare nel gruppo misto. A destra tutti lo corteggiano per riportarlo a casa (è tra i fondatori di An). Sono certo che Fisichella è il primo di una triste serie, mi aspetto fughe dalla Binetti e da altri teodem per iniziare. Quando Rutelli e i suoi amichetti margheritini hanno nomiato questi personaggi lontani anni luce dal centro---sinistra a cosa pensavano? Sicuramente non alla tenuta del governo, ma ai rapporti di forza interni ai loro partiti. Prodi deve temere ogni giorno per le trappole e gli ostacoli che i centristi di ieri e i pidduini di oggi gli tendono. Questo governo dall'inizio è stato minato dalla parte destra della coalizione, anche se "giornalisti" (lo so giornalista è un termine sconosciuto in Italia) come il direttore Anselmi della Stampa continua a parlare di governo ricattato dalla sinistra.
Ora voglio vedere come il segretario Veltroni riuscirà a tappare queste falle nel suo gruppo parlamentare.
Prodi ha le ore contate, ma a scandire i secondi sono i suoi "alleati" centristi e non gli orchi della sinistra.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Fisichella Governo

permalink | inviato da chemako il 17/10/2007 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
POLITICA
13 settembre 2007
D'ALEMA E FASSINO HANNO RAGIONE...

D’Alema e Fassino sono innocenti, la Forleo sbaglia…mi chiedo perché questi due illustri politici italiani si stanno stracciando le vesti per evitare che la Forleo possa utilizzare intercettazioni prive di contenuti utili a suffragare una qualsiasi minima accusa nei loro confronti. Questi due traghettatori (così si definisce Fassino) che hanno portato un grande partito italiano di sinistra nella palude di centro.
Da Berlinguer si è passati ad Occhetto, per poi finire in una terribile discesa che inizia con D’Alema e continua con Veltroni e Fassino per poi rimpastarsi con parte della Dc e formare un partito “nuovo” con nuovi uomini e imporre (le primarie sono false, Ds e Margherita hanno già deciso quali regioni saranno di un partito o dell’altro) il “nuovo” Veltroni.

La prova dell'inutilità delle primarie è data da un articolo del Corriere della Sera del 10 Settembre "A suscitare l'indignazione di Parisi (ministro del nascente Pd) un trafiletto dell'Unità in cui si legge che i diessini piemontesi hanno chiesto a Veltroni di sciogliere il nodo delle candidature alla segreteria regionale. I contendenti sono due: Gianfranco Morgando e Gianluca  Susta, entrambi della Margherita. ma, come ha spiegato Fassino, l'accordo nazionale tra Ds e Dl prevede che sia il secondo, un rutelliano di ferro, il prescelto"

Vi chiedo a cosa serve andare a ratificare scelte prese dall'alto, le primarie del 14 Ottobre sono una riedizione peggiorata della porcata di legge elettorale fatta dalla destra con il placet dell'Unione. Chiedono agli elettori di ratificare le loro scelte, non di decidere da chi farsi rappresentare come sarebbe naturale.

Il 14 Ottobre non si potrà andare al mare ma invece di perdere tempo per una finta competizione troviamo tutti un’occupazione più utile e lasciamoli soli questi politicanti, figli di una casta che ormai si è arroccata nel fortino del parlamento per paura del Popolo.
Il Popolo che forse riuscirà per una volta a destarsi dal sonno imposto da anni di bombardamento mediatico di televisioni e giornali pronti a servire i soliti potenti ed a nascondere la realtà dei fatti.

Il V-day rappresenta l’inizio della riscossa della Politica; rappresenta l’ultima possibilità che abbiamo per cambiare, altrimenti saremo condannati ad essere gestiti dai soliti nomi che non hanno interesse a migliorare il nostro Paese e la vita di tutti i cittadini.

POLITICA
28 agosto 2007
UN DUBBIO ED UN INCUBO
Montezemolo se deciderà di fare politica in prima persona e non per conto terzi come sta facendo ora, potrà candidarsi sia con il Partito democratico sia con forza italia (o con il Pdl), questa possibilità mi fa venire un tremendo dubbio: Pd e Pdl (fi) sono la stessa cosa?

Stanotte ho avuto un incubo: Gustavo Selva (ex democristiano, ex di Alleanza Nazionale e oggi, dopo le sue finte dimissioni approdato in forza italia), componente della commissione difesa del senato (quella presieduta dal voltagabbana De Gregorio, l'eletto cobn l'Unione che per un pacchetto di noccioline si è venduto a Berlusconi) per recarsi a fare la spesa, volendo evitare il traffico, stava utilizzando un cingolato dell'esercito per passare sopra la fila di automobili che lo ostacolavano.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Pdl forza italia Selva Montezemolo

permalink | inviato da chemako il 28/8/2007 alle 8:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
POLITICA
25 agosto 2007
LA CASTA NON SI ARRENDE

In questi ultimi giorni Walter Velroni è impegnato nel convincere i cittadini che lui non rappresenta l’ultimo tentativo di Margherita e Ds di riciclarsi per evitare di essere cancellati.
Il sindaco di Roma aveva assicurato che sarebbe andato in Africa dopo aver concluso il suo secondo mandato da primo cittadini, ora si ripresenta come uomo nuovo.
Scrive lettere aperte, rilascia interviste, non dicendo quello che il futuro Pd vuole realizzare (dovrebbe dichiarare che per lui il governo attuale sta “lavorando” male) ma cercando soltanto di vendere il nuovo prodotto. Veltroni vuol far credere che un partito che nasce da un’operazione politica concepita da D’Alema, Fassino, Marini, Rutelli e vecchi apparati, sia un partito nuovo e non l’estremo tentativo di realizzare un nuovo contenitore utile soltanto a cristallizzare il potere acquisito dai soliti noti.
Tra le varie frasi di Veltroni due hanno destato la mia attenzione in particolare. La prima è “Vogliamo un partito nuovo in cui nessuno arrivi con forme organizzate o correnti, in cui tutti si sentano chiamati a mescolarsi con gli altri, in un libero scambio di idee, di convinzioni e di culture politiche che sempre di più farà sentire ad ognuno di essere non una sola cosa, ma più d'una insieme. Così si definirà la nostra nuova identità comune”, bellissima frase, un misto fra lo stile kennediano ed il politichese italiano, una frase che è l’esatto contrario dell’operazione che porterà Veltroni sulla poltrona di segretario del Pd.
La seconda è “Il Partito democratico non potrà presentarsi alle elezioni all’interno di coalizioni disomogenee sul piano programmatico e piuttosto dovrà accettare il rischio, o sperimentare l’opportunità, di correre da solo”. Questa frase per me è rivelatrice del vero obiettivo delle gerarchie del Pd, il loro “sogno” è realizzare un’alleanza con UDC, parte di Forza Italia e con altri cespugli di centro per poter finalmente mettere in pratica l’isolamento di tutti quei partiti che provano a rappresentare (mai degnamente) la Sinistra nel nostro paese.
Rifondazione comunista, Verdi, Comunisti Italiani e Sinistra Democratica parlano da mesi della necessità di dare una nuova struttura alla Sinistra italiana, ma continuano a parlare senza dare risposte concrete agli elettori, in questo modo riusciranno soltanto a far aumentare in modo esponenziale coloro i quali decideranno di non andare a votare.
A destra le cose non vanno meglio e Berlusconi non riesce a far altro che rispondere alla nascita del Pd andando da un notaio e registrando un nuovo partito imponendo già il futuro segretario, quella Maria Vittoria Brambilla catapultata ai vertici del centrodestra soltanto perché nelle grazie del creatore e padrone di Forza Italia e non certo per meriti politici.
Nel nostro paese siamo di fronte all’estremo tentativo della casta di difendersi, tutti sono impegnati nel cercare di mantenere il proprio poter infischiandosene dei problemi dei cittadini e sono pronti a tutto pur di non mollare le loro poltrone.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Verdi Rifondazione Sd Pdci Veltroni casta

permalink | inviato da chemako il 25/8/2007 alle 10:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        marzo


Attratti dalla calamita
L'ANTIPOLITICANTE
ERMES
ALICE (lo splendido LunaParkMentale)
OCCHI COME IL MARE
LA SCRITTURA CREATIVA
ROSSO ANTICO
MEDITERRANEO BLU (blog in letargo)
terzostato
COMPAGNO FRANCESCO
misswelby
Mr.Tambourine
gizm0
Maria Rubini
LA BATTITURA (blog in letargo)
L'ARCHEOLOGA VERDE (blog in letargo)
UN COMPAGNO A PRAGA
GALATEA
PENNAROSSA
COMPAGNO FABIO
RINASCITA NAZIONALE
SCACCHI E JAZZ
GIACOMO
FIOREDICAMPO
UN PRETE NO GLOBAL
CRISTINA
BEPPONE
UN GRAN TALENTO
SERAFICO
ELIOLIBRE
ARADIA - IL PANE E LE ROSE
QUALCOSADIRIFORMISTA
DRACULIA
TIZIANA ED EMANUELE
ALSOM (blog in semiletargo)
ATTIMO FUGGENTE (blog in letargo)
ANTIGUA (blog in letargo)
CAOSEKOSMOS
LOU MOGGHE (blog in letargo)
TRITON (blog in letargo)
IL CAVALIERE ERRANTE (blog in letargo)
IL POSTO DELLE FRAGOLE (blog in letargo)
FULMINI
RIGITANS
IRENE
CLAUDIA, BELLA E INTELLIGENTE
COMPAGNA LIA (blog in letargo)
ADELE PARRILLO
PIERO RICCA
SA ESSERE UN PREZIOSO SUGGERITORE
ZIAGRARIAAMA
LADYTUX
KORVO ROSSO
CONTROBAVAGLIO (blog in letargo)
COMPAGNO NICOLA
ZADIG
ROSASPINA
semplicemente VULCANOCHIMICO
ALZATACONPUGNO (blog in letargo)
LAURA
MESLIER (blog in letargo)
YCHE
KIA
LA PROFESSORESSA
SHAMAL
LUNA (blog in letargo)
ANTONIO MASOTTI (blog in letargo)
NONSIAMOPERFETTI
COMPAGNO IRLANDA
LA PETIZIONE (blog in semiletargo)
IGUANA BLU (blog in letargo)
IOESISTO (Barbara)
FRANCESCA (blog in letargo)
NOMEFALTANADA (blog in letargo)
ULTIMO DEI RIBELLI (blog in letargo)
SCIURET (blog in letargo)
ESTHER (blog in letargo)
GARBO
MIKYROSS (blog in letargo)
GIUSEPPE (blog in letargo)
ALESSIA
GABRI/BABELLE
BEPPE CAVALLO
MICHELA (blog in letargo)
MARIA (blog in letargo)
CUORE DI VETRO (blog in letargo)

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Luigi Rossi | Crea il tuo badge
Luigi Rossi Adotta un bambino a distanza – SOS Villaggi dei Bambini Greenpeace Italia

SANT'ANDREA DEL GARIGLIANO


                         




 

Berluscounter!

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

blog italia, directory blog italiani

lettera aperta
al compagno Luigi

9 dicembre 2005

Compagno Luigi,
ti chiamo compagno, in quanto mangiamo alla stessa tavola della lotta e condividiamo il pane della rabbia e della voglia di cambiare.
Diversi impegni tengono noi entrambi su una corda, come dei funammboli con la benda sugli occhi e senza alcuna protezione sotto di noi.
A volte accadono delle cose e si perde l'equilibrio, col rischio di cadere per terra, col rischio di morire dentro. Ma spesso, quando un funambolo perde l'equilibrio, c'è sempre uno che, tenendosi stretto a una corda d'emergenza, gli va incontro e gli tende una mano.
Così vorrei fare io con questo post. E non preoccuparti di prendere, oltre alla mano, anche il braccio; sei un compagno, è il minimo che possa darti.

Facciamola finita, venite tutti avanti
nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze,
feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte,
coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese
in questo benedetto, assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch' io sono sbagliato,
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

[
c'è bisogno di dire il titolo e l'autore di questa canzone?]

un abbraccio,
Nicola

  
Che Guevara
assassinato il 9 ottobre 1967


Ingrid Betancourt
rapita il 23 febbraio 2002


Peppino Impastato
assassinato il 9 maggio 1978


Rosario Livatino
assassinato il 21 settembre 1990





post<li> 

Performancing Metrics