.
Annunci online

luigirossi
il blog di chemako
politica interna
29 gennaio 2009
Violenza sulle donne, ipocrisia italiana

Negli ultimi tempi i mass media si sono "dedicati" allo stupro. Rumeni che stuprano italiane, italiani che stuprano italiane e qualche tempo fa riusci a trovare spazio sulla stampa (per poco tempo) anche la notizia di italiani che stuprano extracomunitarie.
Tutti i politicanti e i soliti giornalisti servili si stracciano le vesti e puntano l'indice contro i rumeni, l'opinione pubblica preferisce dimenticare i tanti italiani che giornalmente usano la violenza come unico metodo per "relazionarsi" con le donne e preferiscono addossare tutta la colpa ai "soliti" rumeni. Su facebook nascono gruppi per cacciare tutti i rumeni dall'Italia (leggere le farneticazioni presenti in quel gruppo dimostra quanto l'ipocrisia sia diffusa tra noi italiani), senza considerare le tante rumene e i tanti rumeni che onestamente concorrono allo sviluppo della nostra Italia.
Ovviamente Pdl e Pdmenoelle fanno a gara nell'accusarsi. Alemanno, che ha impostato la sua campagna elettorale per Roma sulla sicurezza (sorvolando sul fatto che il suo governo nazionale per togliere l'I.C.I. ai più ricchi ha utilizzato i fondi che erano stati stanziati per le vittime delle violenze) e ha cavalcato ignobilmente la tragedia della signora Giovanna Reggiani, oggi subisce lo stesso trattamento dal Pdmenoelle che tappezza la città con ignobili manifesti per "rinfacciare" ad Alemanno l'insicurezza di Roma.
Roma è sicura/insicura come lo era qualche mese fa, Pdl e Pdmenoelle fanno solo a gara a chi riesce a speculare "meglio" sulle disgrazie di tante donne, per loro il dolore degli altri è utile alla campagna elettorale perpetua.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. violenza sulle donne alemanno veltrusconi

permalink | inviato da chemako il 29/1/2009 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
politica interna
16 settembre 2008
camerata vs camerata

Le parole di Fini sui repubblichini di Salò "Non si può equiparare chi combatteva per una causa giusta di uguaglianza e libertà e chi, fatta salva la buona fede, combatteva per la parte sbagliata" e sulla destra di oggi "Sono convinto e non da oggi che la destra politica italiana e i giovani devono riconoscersi in alcuni valori: i valori della libertà, quello dell'uguaglianza e della giustizia sociale. Sono valori tipici di ogni democrazia e a pieno titolo antifascisti"  hanno scatenato i nostalgici della dittatura fascista.
Sicuramente Fini sta cercando di crearsi lo spazio per sostituire l'anziano duce di Arcore e quindi queste parole sono dettate da opportunismo politico (lo stesso opportunismo utilizzato per sbarazzarsi dell'altro delfino Casini, quando finse di allearsi per poi scaricarlo e ritornare alla corte di Berlusconi). La cosa che più mi fa schifo è leggere le dichiarazioni del camerata Alemanno, che da sindaco della capitale d'Italia si permette di giustificare il fascimo, del camerata La Russa che da ministro della Repubblica si permette di difendere i repubblichini, nemici della repubblica Italiana. A questa serie di dichiarazioni assurde non poteva mancare il contributo del camerata senatore Ciarrapico (l'uomo che ha organizzato la presentazioni degli infami libri di Pansa). Ciarrapico utilizzando la serie di giornali locali che possiede, grazie ai contributi pubblici, sta dando spazio a chiunque contesti Fini e magnifichi il ventennio fascista e Mussolini. Ogni giorno i suoi giornali sono pieni di articoli a favore del fascismo.
Anche di questo bisogna ringraziare il "prescritto fai da te di Arcore", solo lui poteva nominare il peggior camerata vivente senatore della Repubblica, quella stessa repubblica che i suoi camerata volevano non nascesse.

politica interna
24 agosto 2008
Alemanno, un fascista è per sempre
Ecco le parole dell'illuminato camerata Alemanno riguardo lo stupro e l'aggressione di due turisti olandesi "Quello che è accaduto, ripeto, è un caso limite: due turisti che arrivano in bici e poi decidono di accamparsi con la tenda ai margini della città, tra l’altro con un comportamento illegale nel senso che non è consentito il campeggio libero. Voglio dire che non sarebbe successo nulla se avessero pernottato in un camping autorizzato e protetto. Ogni persona dovrebbe essere prudente, non esponendosi a rischi evidenti".
In poche parole la colpa è della donna e dell'uomo aggrediti. Questo ometto che grazie al Cicoria (Rutelli) e all'americano patacca (Veltroni) si trova a essere il Sindaco della nostra capitale, dimostra per l'ennesima volta quanto sia meschina la sua piccola mente fascista: quando è stata aggredita la povera Giovanna Reggiani la colpa era del lassismo di Prodi e Veltroni, ora che il duo Prodi Veltroni è stato sostituito dal duo oscuro Berlusconi Alemanno la colpa è dei due turisti.
Cari Romani ve la siete cercata, voi avete eletto questo mediocre fascista.

politica interna
5 agosto 2008
Alemanno resta un "camerata"
Alemanno cerca di tenere a freno la sua anima nera. Prova a dimostrare che non è più un fascista, ma ogni tanto gli scappa via qualche parola che dimostra che era e resta un fascista.
Basta leggere la prima risposta a questa intervista su La Repubblica per comprendere quanto non valga nulla un politicante del genere.
Sindaco Gianni Alemanno, il presidente Fini ha auspicato che sulla strage di Bologna "si dissolvano le zone d'ombra". Dopo 5 gradi di giudizio che senso ha riaprire vecchie ferite?
"Fini ha perfettamente ragione perché c'è un'altra pista, quella del vecchio terrorismo palestinese, che soltanto da poco si è cominciata a esplorare. C'è un'inchiesta in corso: a giugno il sostituto procuratore Giovagnoli è stato in Germania per interrogare Thomas Kram, uno dei testimoni della pista palestinese. Che è quindi totalmente aperta e sembra molto più seria, molto più promettente della pista nera".

VERGOGNATI ALEMANNO, SEMPRE PRONTO, COME TUTTI I FASCISTI, A RISCRIVERE LA STORIA. ROMA MERITA UN SINDACO NON UN MISERO GERARCA REVISIONISTA

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno fascismo

permalink | inviato da chemako il 5/8/2008 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
politica interna
28 aprile 2008
Veltroni non andrà da solo in Africa...da stasera Rutelli può accompagnarlo
Veltroni, novello dottor Victor von Frankenstein, con la sua creatura (il Partito democratico) ha raggiunto un triplice obbiettivo: ha fatto cadere il governo Prodi, ha consegnato l'Italia a Berlusconi e ha costretto i romani a lasciare la capitale nelle mani dei fascisti. Sì, costretti, perché prima della naturale scadenza del suo mandato, li ha abbandonati (come Rutelli, eguagliando il marito della Palombelli, tutti e due sconfitti da Berlusconi) .
Il boomerang del voto utile ha fatto il resto; gli elettori di sinistra, fregati alle politiche del 2008, non votando al ballottaggio hanno presentato la prima rata del lungo conto che Veltroni e il Pd devono pagare. Spero che questa sconfitta rappresenti il de profundis per Veltroni, Rutelli e per Bettini, sempre più la perfetta copia politica dello qualo Sbardella.

P.s.:  non sono romano, ma lavoro a Roma, non gioisco nel vedere la città nelle mani del fascista Alemanno, ma ridarla a Rutelli sarebbe stato comunque sbagliato. Roma ha perso quando è stata costretta a scegliere tra questi due figuri.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Veltroni Rutelli Alemanno Bettini

permalink | inviato da chemako il 28/4/2008 alle 22:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio


Attratti dalla calamita
L'ANTIPOLITICANTE
ERMES
ALICE (lo splendido LunaParkMentale)
OCCHI COME IL MARE
LA SCRITTURA CREATIVA
ROSSO ANTICO
MEDITERRANEO BLU (blog in letargo)
terzostato
COMPAGNO FRANCESCO
misswelby
Mr.Tambourine
gizm0
Maria Rubini
LA BATTITURA (blog in letargo)
L'ARCHEOLOGA VERDE (blog in letargo)
UN COMPAGNO A PRAGA
GALATEA
PENNAROSSA
COMPAGNO FABIO
RINASCITA NAZIONALE
SCACCHI E JAZZ
GIACOMO
FIOREDICAMPO
UN PRETE NO GLOBAL
CRISTINA
BEPPONE
UN GRAN TALENTO
SERAFICO
ELIOLIBRE
ARADIA - IL PANE E LE ROSE
QUALCOSADIRIFORMISTA
DRACULIA
TIZIANA ED EMANUELE
ALSOM (blog in semiletargo)
ATTIMO FUGGENTE (blog in letargo)
ANTIGUA (blog in letargo)
CAOSEKOSMOS
LOU MOGGHE (blog in letargo)
TRITON (blog in letargo)
IL CAVALIERE ERRANTE (blog in letargo)
IL POSTO DELLE FRAGOLE (blog in letargo)
FULMINI
RIGITANS
IRENE
CLAUDIA, BELLA E INTELLIGENTE
COMPAGNA LIA (blog in letargo)
ADELE PARRILLO
PIERO RICCA
SA ESSERE UN PREZIOSO SUGGERITORE
ZIAGRARIAAMA
LADYTUX
KORVO ROSSO
CONTROBAVAGLIO (blog in letargo)
COMPAGNO NICOLA
ZADIG
ROSASPINA
semplicemente VULCANOCHIMICO
ALZATACONPUGNO (blog in letargo)
LAURA
MESLIER (blog in letargo)
YCHE
KIA
LA PROFESSORESSA
SHAMAL
LUNA (blog in letargo)
ANTONIO MASOTTI (blog in letargo)
NONSIAMOPERFETTI
COMPAGNO IRLANDA
LA PETIZIONE (blog in semiletargo)
IGUANA BLU (blog in letargo)
IOESISTO (Barbara)
FRANCESCA (blog in letargo)
NOMEFALTANADA (blog in letargo)
ULTIMO DEI RIBELLI (blog in letargo)
SCIURET (blog in letargo)
ESTHER (blog in letargo)
GARBO
MIKYROSS (blog in letargo)
GIUSEPPE (blog in letargo)
ALESSIA
GABRI/BABELLE
BEPPE CAVALLO
MICHELA (blog in letargo)
MARIA (blog in letargo)
CUORE DI VETRO (blog in letargo)

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Luigi Rossi | Crea il tuo badge
Luigi Rossi Adotta un bambino a distanza – SOS Villaggi dei Bambini Greenpeace Italia

SANT'ANDREA DEL GARIGLIANO


                         




 

Berluscounter!

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

blog italia, directory blog italiani

lettera aperta
al compagno Luigi

9 dicembre 2005

Compagno Luigi,
ti chiamo compagno, in quanto mangiamo alla stessa tavola della lotta e condividiamo il pane della rabbia e della voglia di cambiare.
Diversi impegni tengono noi entrambi su una corda, come dei funammboli con la benda sugli occhi e senza alcuna protezione sotto di noi.
A volte accadono delle cose e si perde l'equilibrio, col rischio di cadere per terra, col rischio di morire dentro. Ma spesso, quando un funambolo perde l'equilibrio, c'è sempre uno che, tenendosi stretto a una corda d'emergenza, gli va incontro e gli tende una mano.
Così vorrei fare io con questo post. E non preoccuparti di prendere, oltre alla mano, anche il braccio; sei un compagno, è il minimo che possa darti.

Facciamola finita, venite tutti avanti
nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze,
feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte,
coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese
in questo benedetto, assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch' io sono sbagliato,
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

[
c'è bisogno di dire il titolo e l'autore di questa canzone?]

un abbraccio,
Nicola

  
Che Guevara
assassinato il 9 ottobre 1967


Ingrid Betancourt
rapita il 23 febbraio 2002


Peppino Impastato
assassinato il 9 maggio 1978


Rosario Livatino
assassinato il 21 settembre 1990





post<li> 

Performancing Metrics